Home / Editoriali / AirPods inclusi con iPhone 8? Non credo proprio

AirPods inclusi con iPhone 8? Non credo proprio

Sin da quando gli AirPods, i nuovi auricolari wireless Apple, sono arrivati sul mercato con colpevole ritardo, hanno riscontrato un’incredibile successo tra gli utenti e la critica specializzata del settore hi-tech. Come ho evidenziato nella mia recensione, sebbene si tratti di un prodotto non perfetto, gli AirPods hanno comunque dimostrato al mondo che Apple è ancora in grado di fare magie.

Progettati per sopperire alla mancanza del jack audio su iPhone 7 e 7 Plus, questi auricolari senza fili hanno rappresentato certamente l’accessorio di più grande successo nella storia dell’azienda di Cupertino. Ancora ora sono introvabili, acquistando online i tempi di attesa arrivano a 6 settimane e per questo motivo molti hanno iniziato ad ipotizzare che gli AirPods potrebbero essere inclusi nella confezione di vendita di iPhone 8. Sostanzialmente l’idea comune è che Apple stia conservando milioni di unità da vendere insieme al prossimo melafonino. Ma si tratta di un’ipotesi plausibile? Io credo proprio di no. Ma vediamo perché.

Lo stand Spigen per auricolari AirPods potete acquistarlo a prezzo scontato su Amazon

Le motivazioni che mi spingono a credere che ciò non si tramuterà mai in realtà sono tre. Motivi che ritengo essere più che validi e largamente condivisibili dalla maggior parte degli utenti e degli addetti ai servizi.

Prima motivazione: perché gli AirPods vendono e fanno guadagnare

Per quale motivo Apple dovrebbe rinunciare ai facili guadagni che un prodotto di successo come gli AirPods è in grado di garantire? Perché tagliare le vendite di auricolari così amati per inserirli in bundle con iPhone 8? Cook e soci sono molto attenti all’aspetto finanziario di ogni scelta presa dall’azienda. Questa specifica eventualità rischierebbe di avere un forte impatto economico negativo. Provate a mettervi nei panni di Apple. Chi comprerebbe più gli AirPods, sapendo che sono inclusi di default con lo smartphone di punta dell’azienda?

recensione-apple-airpods

Seconda motivazione: Un bundle con gli AirPods farebbe schizzare in alto il prezzo di iPhone 8

Quando si ha l’intenzione di acquistare uno smartphone Apple, certamente si mette in preventivo di spendere una cifra non indifferente. Nell’anno del 10° anniversario, con tutti i rumors che da tempo circolano su iPhone 8, è più che lecito aspettarsi un prezzo capace di superare facilmente i 1000€ in media. Non scherziamo, il costo è già elevatissimo così e ai limiti della sopportazione. Va bene che l’hype per iPhone 8 è ai massimi livelli, ma inserire gli AirPods nella confezione di vendita farebbe schizzare in alto il prezzo finale per l’utente che a quel punto, anche se con rammarico, potrebbe decidere di non stare più al gioco. Il rischio per Apple sarebbe eccessivamente alto. La corda non va tirata troppo…

Syllable D900, sono tra le migliori alternative economiche agli AirPods. Potete acquistarli a prezzo scontato su Amazon.

Terza motivazione: Come reagiranno i clienti che hanno già comprato gli AirPods?

Io sono tra i fortunati utenti che è riuscito ad acquistare gli AirPods nei primi giorni di commercializzazione. Cifra sborsata 179€. Come dovrei reagire ad un eventuale bundle degli auricolari wireless Apple con iPhone 8? Non credo bene…Mi sentirei abbastanza fregato e preso in giro.

recensione-apple-airpods

Ora no…ma in futuro chi lo sa

Considerando che si va sempre più diretti verso un futuro totalmente wireless e che Apple ha dimostrato a più riprese di non amare le porte fisiche sui suoi dispositivi (vedasi rimozione jack audio e connessioni disponibili sui Mac), non è difficile immaginare che un domani gli AirPods, o una loro nuova versione, possa essere inclusa con i nuovi iPhone che verranno. Ora la vedo molto difficile, ma in futuro chi può saperlo…

Voi cosa ne pensate? Ritenete plausibile la presenza degli AirPods con iPhone 8? Fatemi sapere la vostra opinione commentando l’articolo.

Se questo articolo ti è piaciuto, il miglior modo per manifestare gradimento e condividerlo attraverso i tuoi profili social preferiti. Ricorda, SHARING IS CARING!

Riguardo a Marco Murgia

Medico. Utente Apple e Nintendo di lunga data. Appassionato di tecnologia, film e serie tv. Admin del portale MacPost.it

Potrebbe interessarti anche

caldigit-thunderbolt-station-3-lite-recensione

CalDigit Thunderbolt Station 3 TS3 Lite | Recensione

Con la recensione di oggi andremo a parlare di un ottimo accessorio per Mac e PC. L'HUB CalDigit Thunderbolt Station 3 Lite.