Home / Editoriali / Apple Watch Series 2: considerazioni personali

Apple Watch Series 2: considerazioni personali

Nell’editoriale di oggi voglio illustrarvi le mie considerazioni su Apple Watch Series 2 a poco più di un mese dal lancio sul mercato.

Opinioni a un mese dal lancio di Apple Watch Series 2

Da quando l’Apple Watch Series 2 è uscito sul mercato lo scorso 16 settembre, è passato poco più di un mese. I tempi a mio avviso ora sono maturi per un editoriale nel quale fare alcune considerazioni sulla seconda generazione dell’indossabile made in Cupertino. Un prodotto, vi anticipo sin da subito, del quale non posso più fare a meno.

Molti si aspettavano con Apple Watch Series 2 un cambiamento nell’estetica del prodotto, ma così non è stato. L’attuale generazione è del tutto simile alla passata, anzi di pochissimi millimetri più spessa, ma niente che salti in modo evidente all’occhio. Se provate a tenere un Watch Series 1 e 2 contemporaneamente al polso, guardandoli non riuscirete a distinguerli. L’unico modo per riuscirci è notare il secondo microfono e lo speaker più ampio sul lato. Per il resto, sono assolutamente identici. L’estetica invariata comunque non mi ha frenato dall’acquisto, visto che il design della prima generazione l’ho letteralmente adorato.

Uno dei difetti più importanti di Apple Watch Series 1 è sempre stata l’estrema lentezza operativa, sia nella navigazione generale attraverso la UI, sia nell’apertura ed esecuzione delle varie app, native e di terze parti. E non voglio soffermarmi sul fatto che 2 volte su 3 le app nemmeno si aprivano… Grazie all’aiuto di watchOS 3 e del nuovo chip S2, Apple Watch Series 2 ha completamente stravolto la situazione: un mese di utilizzo di questo terminale mi ha permesso di apprezzare a pieno quanto un dispositivo di questa categoria possa essere utile se funziona bene: le app si aprono in un istante, sono fluide e non si bloccano. Per merito di questi miglioramenti sto utilizzando sempre di più Apple Watch, vuoi per segnare le spese quotidiane, controllare il meteo, rispondere ai messaggi, fare chiamate etc…lasciando per questo motivo l’iPhone sempre più spesso nella tasca.

L’audio è migliorato molto, ora più potente di prima, mi permette di chiamare e ascoltare messaggi senza dover tenere il terminale attaccato all’orecchio, come purtroppo spesso mi capitava di dover fare con la prima generazione dello smartwatch.

Altro aspetto degli usi di tutti i giorni che è andato migliorando con questa nuova versione di Apple Watch, è l’utilizzo all’aperto. Il nuovo display con 1000 nit consente una visibilità ottimale anche sotto diretta luce del sole; impensabile fino ad 1 anno fa.

In ultima analisi, grande merito va dato agli sviluppatori, capaci di sviluppare con un anno di esperienza sulle spalle e con un prodotto finalmente in grado di offrire le prestazioni richieste, app degne di questo nome: fluide, utili e che offrono un’esperienza d’uso diversa dalle controparti su iPhone, non si tratta del solito copia/incolla.

Tutti questi elementi messi insieme spiegano benissimo per quale motivo Apple Watch Series 2 è un prodotto maturo, che se non presente al mio polso fa sentire subito la sua mancanza. Oramai lo uso su base quotidiana e non potrei più farne a meno. E voi? Fatemi sapere la vostra opinione commentando l’articolo.

Riguardo a Marco Murgia

Medico. Utente Apple e Nintendo di lunga data. Appassionato di tecnologia, film e serie tv. Admin del portale MacPost.it

Potrebbe interessarti anche

apple-watch-serie-3-vorrei-ma-non-posso

Apple Watch Serie 3: vorrei ma non posso

Riflessioni su Apple Watch Serie 3. Il mio pensiero a distanza di qualche giorno dal keynote di presentazione.

  • Ciaoiphone4

    Hai per caso provato Apple Watch series1, quello uscito quest’anno insieme all’apple Watch series 2? Ci sono differenze enormi nell’utilizzo quotidiano? Perché io sarei interessato all’Apple Watch, solo che non essendo ancora convinto degli smart watch, vorrei risparmiare qualche cosa, e siccome non mi interessano il gps e la possibilità di utilizzarlo in piscina, sarei optato verso la versione rivista della prima generazione, dato che dovrebbero avere migliorato il processo proprio per far pronte su problemi di lentezza e blocchi.

    • Ciao, purtroppo non ho avuto modo di testare la series 1. Ho acquistato la 2 venendo da un Apple Watch di prima generazione, il primissimo rilasciato sul mercato. E quindi le differenze notate sono enormi. Per quanto riguarda quindi series 1 vs series 2, non ho considerazioni personali da darti sulle differenze di prestazioni. Altri che hanno potuto fare la prova, hanno comunque notato che i due terminali sono abbastanza vicini, anche se si registra una lieve superiorità della series 2.
      Se posso darti comunque un consiglio, andrei sulla Series 2 a prescindere, per i seguenti motivi:
      1. Lo schermo ha una luminosità nettamente superiore. Cosa che avvantaggia l’uso sotto la luce diretta.
      2. La differenza di prezzo è di 100€, non pochi ma neanche così tanto se ci si pensa.
      3. La versione sport della Series 1 continua ad avere il retro in materiale composito. Troppo fragile all’usura. La Series 2 invece ha il retro in ceramica come nei modelli in acciaio. Decisamente più resistente.
      4. L’audio migliorato nella Series 2.

      Si tratta di elementi questi che per quanto mi riguarda giustificano la preferenza verso la Series 2

      • Ciaoiphone4

        Ok, grazie della risposta. Non lo sapevo che nell’Apple Watch series 2 avessero messo la copertura in ceramica anche sul modello Sport. Solo quella valgono i 100€ di differenza!

        • Ma figurati 😉

          • Ciaoiphone4

            Ciao, ti chiedo ancora 2 cose per favore:
            1- Se dovessi prendere l’apple watch series 2, dato lo stesso prezzo del modello Sport, converrebbe acquistare il modello Apple Watch Nike+, dato che mi dà qualche cosa in più software, o pensi ci sarebbero problemi riguardanti eventuali riparazioni, sostituzioni, software nei prossimi anni? Non mi faccio il problema dei cinturini perché vanno bene quelli degli altri modelli.
            2- Riguardo al modello Sport e Nike +, secondo te è meglio il colore grigio siderale o quello argento, cioè sai per caso se quello più scuro è soggetto a graffi, scolorimento, vernice che si stacca come succedeva all’iPhone 5 ?

          • 1- Scegliere tra la versione Sport classica o quella Nike + non comporta alcuna differenza in termini di assistenza Apple. Quindi vai tranquillo su quello che preferisci 😉
            2- Non sono segnalati difetti per la tenuta della vernice. Quindi anche qui, vai tranquillo sul colore che preferisci.