Home / Editoriali / Il futuro di Apple Watch tra fitness e moda

Il futuro di Apple Watch tra fitness e moda

Quando durante il keynote del 9 settembre 2014, Apple presentò la prima generazione di Apple Watch, insieme ai nuovi iPhone 6 e 6 Plus, fu subito chiaro come l’azienda stesse puntando decisa verso uno specifico settore di mercato e una ben determinata tipologia di clientela. Sebbene le funzioni dedicate al fitness non mancassero, queste erano comunque poco sviluppate anche a causa delle limitazioni hardware del dispositivo.

Il marketing Apple, per spingere in alto le vendite, pubblicizzava Apple Watch come il device più personalizzabile tra quelli presenti nell’intera lineup di prodotti. Chiaro quindi come lo smartwatch era pensato più come un gadget di moda piuttosto che come un importante ausilio per fitness e salute. A dimostrazione di questo, la forte componente customizzabile relativa a cinturini e casse, queste ultime disponibili anche nell’incredibilmente costoso oro a 18 carati.

Sebbene la risposta del pubblico alla prima generazione di Apple Watch sia stata abbastanza buona, forse non ha raggiunto comunque i risultati sperati da Apple. Il device era gravato da una serie di problematiche, tra le quali la più importante era l’estrema lentezza del sistema operativo e delle app dedicate. A influenzare ancora di più i dati di vendita, il fatto che gli utenti speravano di vedere in Apple Watch un indossabile da utilizzare per funzioni legate al fitness e alla salute. Ma come detto, la prima generazione era più pensata alla moda che all’attività fisica.

futuro-apple-watch-fitness-moda

La seconda versione, annunciata a settembre 2016, ha invece introdotto una serie di novità, hardware e software, che hanno reso l’indossabile made in Cupertino il dispositivo perfetto per chi pratica sport. Tutto questo abbandonando di fatto la componente glamour, come dimostrato dalla minor personalizzazione di cinturini e casse e da un marketing che pubblicizzava Apple Watch, e continua ancora a farlo, come il compagno migliore che si possa desiderare per il fitness e il benessere del proprio corpo.

Settembre 2017 si avvicina sempre di più. Insieme al nuovo iPhone 8, arriverà quasi sicuramente anche la terza generazione di Apple Watch. Con la prima ci si è orientati verso la moda, con la seconda verso il fitness e con la terza? Quale direzione prenderà questa volta Apple? Volendo dare una mia opinione personale sull’argomento, io credo che quest’anno Apple Watch percorrerà in modo ancora più deciso la via intrapresa nel 2016. watchOS 4 ed Apple Watch Serie 3 saranno ancora più “fitness centrici” e con un occhio di riguardo verso il settore dei servizi sanitari e della medicina.

futuro-apple-watch-fitness-moda

Ma come? In che modo si potrà sviluppare tutto questo? Saperlo è praticamente impossibile, tentare di indovinare è pura follia. Possiamo solo immaginare e sognare. Personalmente spero nell’integrazione di un numero superiore di sensori biometrici, per ottenere ad esempio la lettura continua della saturazione di ossigeno e della glicemia. Non sarebbe malvagio integrare di default funzioni per il monitoraggio della qualità del sonno e ridurre poi le dimensioni complessive, in particolare lo spessore, per ottenere così un maggiore appeal e richiamo di utenza.

Se questo dovesse avvenire, sarei pronto a rinunciare alla componente di moda che ho sempre apprezzato in Apple Watch. Sarei disposto a comprare un’ipotetica versione in alluminio, rinunciando di fatto per la prima volta a quella in acciaio che ho sempre ritenuto bellissima ed elegante. Voi cosa ne pensate? Quale pensate possa essere il futuro di Apple Watch? Fatemi sapere la vostra opinione commentando l’articolo.

Se questo articolo ti è piaciuto, il miglior modo per manifestare gradimento è condividerlo attraverso i tuoi profili social preferiti. Ricorda, Sharing is Caring!

Riguardo a Marco Murgia

Admin e fondatore di MacPost.it Medico di professione. Appassionato Hi-Tech e del mondo Apple. Dipendente da film e serie TV. Fiero Nintendaro.

Potrebbe interessarti anche

caldigit-thunderbolt-station-3-lite-recensione

CalDigit Thunderbolt Station 3 TS3 Lite | Recensione

Con la recensione di oggi andremo a parlare di un ottimo accessorio per Mac e PC. L'HUB CalDigit Thunderbolt Station 3 Lite.