Home / Notizie / Consumer Reports: confermata la bocciatura dei MacBook Pro

Consumer Reports: confermata la bocciatura dei MacBook Pro

Apple probabilmente riuscirà a vendere milioni e milioni di unità dei MacBook Pro, ma non sarà in grado di far cambiare idea a Consumer Reports che ha confermato la bocciatura dei nuovi laptop dell’azienda di Cupertino.

Consumer Reports sconsiglia l’acquisto dei MacBook Pro

Dopo le dichiarazioni di Phil Schiller arrivate la scorsa settimana, attraverso le quali Apple comunicava la volontà di lavorare congiuntamente con Consumer Reports per comprendere al meglio i motivi che hanno portato alla bocciatura dei nuovi MacBook Pro, in particolare sul fronte dell’autonomia della batteria, è arrivata la doccia fredda. Non ci sarà alcuna rivisitazione delle analisi già effettuate, e quindi verrà ancora sconsigliato l’acquisto dei recenti laptop made in Cupertino.

Non riteniamo necessario dover ripetere i test che ci hanno portato a sconsigliare l’acquisto dei nuovi MacBook Pro. Per svariati motivi. Prima di tutto questa è la prima volta che otteniamo risultati così scadenti con l’autonomia di un Mac. In alcuni test abbiamo raggiunto ben 19 ore di autonomia, in altri solo 4. Il distacco è troppo ampio per poterci essere un errore. In seconda linea, ogni nostra analisi sulla batteria è condotta attentamente, valutando tre diverse configurazioni di illuminazione di schermo e tastiera e attraverso un sistema che effettua un log ogni minuto. In questo modo possiamo essere sicuri che la valutazione venga svolta nella miglior maniera possibile, senza alcun margine di errore.

Questa è la prima volta in assoluto che in 30 anni Consumer Reports sconsiglia l’acquisto di un computer Mac perché non è in grado di offrire un’autonomia sufficiente. In alcuni test svolti questa è stata molto buona, raggiungendo ben 19 ore, ma in altri si è arrivati a malapena a 4 ore di uso continuo.

Problemi alla batteria che sarebbero confermati anche da molti utenti che stanno lamentando un’autonomia non molto soddisfacente. Sembra che il tutto, secondo le indiscrezioni lasciate trapelare dal portale Mashable, sia stato dovuto alla necessità di Apple di utilizzare una tecnologia vecchia e non adatta a questi nuovi MacBook Pro, per riuscire a rispettare la finestra di mercato delle festività di fine anno.

Voi cosa ne pensate? Se siete possessori di un MacBook Pro, avete riscontrato questi problemi alla batteria? Fatemi sapere la vostra opinione commentando l’articolo.

Riguardo a Marco Murgia

Admin e fondatore di MacPost.it Medico di professione. Appassionato Hi-Tech e del mondo Apple. Dipendente da film e serie TV. Fiero Nintendaro.

Check Also

scooter sharing enjoy

Fine dello scooter sharing, Enjoy chiude il servizio

Causa scarso utilizzo, a partire dal prossimo luglio Roma, Catania e Milano potranno dire addio al servizio Enjoy di scooter sharing.