lunedì , 18 dicembre 2017
Home / Editoriali / MacBook Pro con Touch Bar: opinioni personali
macbook-pro-touch-bar-opinioni-personali

MacBook Pro con Touch Bar: opinioni personali

I nuovi MacBook Pro con l’innovativa Touch Bar sono stati presentati durante l’evento dedicato di ieri. A distanza di quasi 24 ore da questo importante keynote, eccomi pronto a darvi le mie considerazioni personali su questa nuova generazione di computer Apple.

Nuovi MacBook Pro, belli…ma servono all’utente comune?

La linea dei laptop Mac pensati per l’utente professionale, non veniva aggiornata dal lontano maggio 2015, ecco perché le attese per l’evento di ieri, ed in particolare proprio per i MacBook Pro, erano altissime. Proprio per questo motivo ci si poteva attendere un completo stravolgimento del design, ma Apple ha pensato invece di non stravolgere completamente le carte in tavola, preferendo puntare su un prodotto con un’estetica fortemente derivata da dei Mac già presenti a listino: i MacBook da 12” e la passata generazione di MacBook Pro. A mio avviso la scelta è particolarmente indovinata, uno stravolgimento non era necessario e un design di questo tipo lo rende interessante abbastanza per attirare clienti nuovi, e non così drastico da “spaventare” quelle persone abituate all’estetica dei vecchi Mac. A ben vedere poi le novità in senso estetico sono anche relative a dimensioni, peso e volume complessivo, tutti parametri che caratterizzano i nuovi MacBook Pro come computer professionali ultra-compatti e leggeri; basta pensare che la versione senza Touch Bar di questi nuovi laptop made in Cupertino, è più contenuta nel volume totale rispetto ai MacBook Air.
macbook-pro-touch-bar-opinioni-personali
Tralasciando i meri dati tecnici relativi a processore, scheda grafica, RAM etc…dove per ovvie ragioni si è fatto un passo in avanti da gigante rispetto al passato per quanto riguarda le prestazioni grafiche e di calcolo, il vero punto di forza di questi Mac è il nuovo elemento hardware inserito nella tastiera la dove prima normalmente eravamo abituati a trovare i tasti di funzione; sto ovviamente parlando dell’innovativa Touch Bar. Si tratta sostanzialmente di un display OLED multi touch, il quale è in grado di evidenziare e modificare particolari tasti funzioni a seconda di quale compito o azione stiamo svolgendo in un determinato momento. Un tap e potremo inviare una mail, modificare un font, scorrere un filmato in modalità schermo intero, visualizzare la timeline di foto e filmati su programmi come Final Cut Pro X e tanto altro. Si tratta a mio avviso di uno strumento fantastico, e le possibilità di azione sono infinite, con gli sviluppatori che possano sbizzarrii nel trovare i modi più disparati e utili per sfruttare al meglio la Touch Bar dei MacBook Pro. Se da un lato però le potenzialità sono enormi e la capacità di attirare l’attenzione dell’utente “base” elevate (più qualcosa è “figo” più sale l’hype), dall’altro mi chiedo se l’utenza business e pro sfrutterà a pieno questa componente, abituata com’è all’utilizzo di numerosi dispositivi di input esterni ai propri laptop.
Andando comunque oltre al discorso Touch Bar, è impossibile negare che siamo di fronte ad un prodotto progettato, sviluppato e costruito a regola d’arte, innovativo nella sua componente principale (non dimentichiamo l’utile inserimento del Touch ID al di sotto del tasto di accensione), e incredibilmente potente e performante. I nuovi MacBook Pro sono perfetti per l’utenza professionale che ha bisogno di una macchina in grado di offrire un’ottima potenza di calcolo e la possibilità di collegarsi a display e accessori esterni multipli (ottima l’idea di inserire 4 porte Thunderbolt 3 da usare anche per la ricarica), ma di tutto questo, la mia domanda è, l’utente “comune” che se ne fa? A mio avviso, in task base come la navigazione web, la visione di filmati, la digitazione di testi, la consultazione di pdf, il gaming etc…, i nuovi MacBook Pro sono troppo oltre, troppo al di la di quelli che sono le normali abitudini di moltissimi utenti (sapete bene quanto in tal senso io sia da sempre un sostenitore degli iPad). Chiaro che poi il discorso è tutto soggettivo, ad ognuno il prodotto perfetto per le proprie esigenze, ma in termini generali i nuovi MacBook Pro ritengo siano ideali per figure come fotografi professionisti, video maker, grafici, architetti, ingegneri etc…
macbook-pro-touch-bar-opinioni-personali
Due piccole ulteriori considerazioni, prima di parlare del fattore prezzi, le vorrei fare sul jack audio da 3,5mm e sul MagSafe. Per quanto riguarda quest’ultimo, non sono per niente contento di come Apple abbia eliminato una delle componenti più utili che da sempre ha caratterizzato i proprio Mac portatili…Siete avvisati, occhio a non inciampare nei cavi di ricarica. Mentre invece, per quanto riguarda il jack audio da 3,5mm, vista tutta la solfa filosofica sul coraggio di cambiare che ha accompagnato la rimozione di questo ingresso dai nuovi iPhone 7 e 7 Plus, mi aspettavo che la strada intrapresa venisse percorsa anche per i MacBook Pro. Ma tant’è, il jack è ancora li…
In ultima analisi, parliamo di prezzi. Non voglio addentrarmi nel dettaglio dei costi da affrontare per acquistare ogni specifico modello di MacBook Pro. Sono cari, molto cari. Non lo si può negare. Ma non voglio schierarmi tra quelli che stanno criticando da ieri sera Apple per aver deciso di vendere i nuovi laptop ad un prezzo che se va bene parte da 2000€ e rotti. Non stiamo parlando di una ONLUS, non siamo di fronte ad un’azienda che vende prodotti di qualità mediocre a prezzo elevato. Stiamo parlando di dispositivi costruiti con il massimo della qualità, il massimo della cura e con funzioni e componenti innovative. Tutto questo si paga, e lo si paga caro. Poi le cose sono due, primo sarà il mercato sovrano a determinare se le politiche Apple nei prezzi saranno indovinate o meno. Secondo, noto troppo spesso che si tende a criticare un qualcosa di molto costoso quando non lo si può acquistare…In sostanza come dice il proverbio, quando la volpe non arriva all’uva…
Mentre invece, basta fare una considerazione semplice: lo ritengo troppo caro anche se potrei comprarlo? O non posso proprio permettermelo? Non lo compro e basta. Non devo stare li a criticare e insultare o fare polemiche assurde perché Apple, ma questo vale per qualunque azienda, ha deciso di vendere un prodotto ad un determinato costo X.
Voi cosa ne pensate? Come valutate i nuovi MacBook Pro? Fatemi sapere la vostra opinione commentando l’articolo.

About Marco Murgia

Medico. Appassionato utente Apple e Nintendo. Fiero portatore di un DNA 100% NERD. Admin e blogger presso @macpost_it.

Controlla anche

super-mario-run-ufficiali-prezzo-data-uscita

Troppe inutili polemiche su Super Mario Run

L’uscita di Super Mario Run, il primo vero passo di Nintendo verso il settore mobile, …