Home / Editoriali / Nintendo con Switch ha finalmente imparato a fare marketing

Nintendo con Switch ha finalmente imparato a fare marketing

I primi spot pubblicitari per Nintendo Switch dimostrano come l’azienda di Kyoto forse ha finalmente imparato come fare del marketing di successo.

Facciamo un piccolo tuffo indietro nel recente passato e parliamo di Wii U. Una console con tantissimo potenziale che però si è scontrata con la durissima realtà di un fallimento totale. Vendite disastrose e terze parti latitanti. Ma quali sono state nella realtà le motivazioni che hanno portato a questo clamoroso flop?

A mio avviso l’errore è uno soltanto. Un marketing a dir poco imbarazzante.

Le problematiche in tal senso sono due:

  1. Perché chiamarla Wii U?La console della precedente generazione, la fortunatissima Wii, ha avuto un successo di mercato senza precedenti. Chiamare quindi la nuova versione Wii U, altro non ha fatto se non creare confusione. Moltissimi utenti continuavano a chiamarla con il vecchio nome, mentre altri invece non sapevano proprio distinguere i due prodotti.
  2. Un banale add-on della Wii?Nintendo con la Wii U non è stata nemmeno lontanamente chiara con i propri utenti. Il grande pad della console è stato visto come un semplice aggiornamento della Wii. Non una console a se stante, ma come se fosse un controller aggiuntivo. Non c’è stata una sola pubblicità, un solo dirigente o qualsiasi forma di comunicazione che sia riuscita a definire la reale natura del prodotto.

L’ovvia conseguenza di tutto questo è stata la domanda che milioni di persone si sono poste:

Perché devo comprare la Wii U se ho già la Wii?

Il gamer di vecchia data saprebbe certamente rispondere, ma l’utenza base, i milioni di persone che hanno comprato la Wii invece no. Una giustificazione all’acquisto era difficile da trovare, se l’idea comune era quella non di una console nuova, ma di un semplice upgrade.

Finalmente però sembra che Nintendo abbia imparato dagli errori commessi e con il lancio di Switch le cose stanno andando diversamente. Infatti, pochi giorni fa, sono stati pubblicati i primi spot tv sul canale YouTube dell’azienda di Kyoto. Pubblicità che chiariscono in modo netto ed inequivocabile quella che è la vera essenza di Nintendo Switch.

Una console domestica che ti consente di giocare dove, quando e con chi vuoi. Inizi a giocare a casa e continui a farlo fuori, in aereo, in treno, a scuola e…in bagno.

Vi allego di seguito lo spot tv della Switch al quale mi sto riferendo:

Voi cosa ne pensate? Nintendo ha finalmente iniziato a fare marketing come si deve? Fatemi sapere la vostra opinione commentando l’articolo.

Vi ricordo inoltre che potete prenotare la Nintendo Switch su Amazon al prezzo di 329,99€.

Ricorda che puoi seguire MacPost attraverso la pagina Facebook, il canale Telegram e i profili su Instagram e Twitter.

Riguardo a Marco Murgia

Medico. Utente Apple e Nintendo di lunga data. Appassionato di tecnologia, film e serie tv. Admin del portale MacPost.it

Potrebbe interessarti anche

apple-watch-serie-3-vorrei-ma-non-posso

Apple Watch Serie 3: vorrei ma non posso

Riflessioni su Apple Watch Serie 3. Il mio pensiero a distanza di qualche giorno dal keynote di presentazione.