Home / Editoriali / Non c’è più spazio per le sorprese

Non c’è più spazio per le sorprese

Quando si parla di Apple, siamo sempre stati abituati a leggere ovunque per il web le più svariate indiscrezioni e i più fantasiosi rumors su tutti i nuovi prodotti e servizi non ancora annunciati ufficialmente dall’azienda di Cupertino.

Al lancio di ogni nuovo Device si ripete sempre la stessa storia. Arrivano gli inviti per il keynote di presentazione ed ecco che puntuali come un orologio svizzero giungono i leak più disparati, rendendo di fatti l’evento stampa una mera formalità che perde gran parte del suo fascino.

È notizia di questa mattina, la diffusione anticipata della GM di iOS 11. Attraverso quello che possiamo tranquillamente definire come una delle fughe di notizie più importanti di sempre, forse seconda solo alla famosa storia dell’iPhone 4, siti specializzati del settore sono stati in grado di individuare gran parte delle novità che verranno annunciate durante il keynote del prossimo 12 settembre.

Non voglio stare qui a raccontarvele e rendermi partecipe del più grande spoiler tecnologico degli ultimi anni. Vorrei piuttosto soffermarmi sul fatto che oramai, quando si parla di Apple non c’è più spazio per le sorprese. L’azienda e i suoi prodotti (software ed hardware), hanno raggiunto una tale popolarità che purtroppo c’è una fortissima tendenza a voler scoprire ogni piccolo segreto che ruota attorno al brand Apple.

Un keynote, per gli appassionati nerd come lo sono io, rappresenta un momento molto importante attraverso il quale è possibile dare uno sguardo al futuro. Un momento di unione con amici per discutere e condividere opinioni sulle novità presentate. Un leak di questa portata, come quello di stamattina, rovina in parte il piacere di assistere alla presentazione con la suspance della sorpresa.

Adesso, prima che Apple stessa ufficializzi tutto, sappiamo quasi tutto. Resta solo da vedere in funzione tutte le specifiche trapelate su iPhone 8 e poco altro ancora. Come se scopriamo anticipatamente la trama di un film prima ancora di vederlo, la pellicola alla fine perde gran parte del suo fascino.

Non so per quale motivo, quest’anno più degli altri, si è arrivati ancora una volta a questo punto. Ma sta di fatto che il keynote più importante degli ultimi tempi, ha perso ora molto del suo hype. Voi cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra risposta commentando l’articolo.

Riguardo a Marco Murgia

Medico. Utente Apple e Nintendo di lunga data. Appassionato di tecnologia, film e serie tv. Admin del portale MacPost.it

Potrebbe interessarti anche

caldigit-thunderbolt-station-3-lite-recensione

CalDigit Thunderbolt Station 3 TS3 Lite | Recensione

Con la recensione di oggi andremo a parlare di un ottimo accessorio per Mac e PC. L'HUB CalDigit Thunderbolt Station 3 Lite.