Home / Notizie / La realtà aumentata: la nuova rivoluzione targata Apple

La realtà aumentata: la nuova rivoluzione targata Apple

Da quando Tim Cook è diventato CEO Apple nel 2011 dopo la scomparsa del compianto Steve Jobs, ha parlato spesso di nuove tecnologie. Realtà virtuale, intelligenza artificiale, auto a guida autonoma etc…Ma nessuna delle nuove tecnologie all’orizzonte ha entusiasmato Cook così tanto quanto la realtà aumentata, che sostanzialmente consiste nel sovrapporre immagini, video, informazioni, giochi e tanto altro, a quello che è il mondo reale che ci circonda. Non un esperienza totalmente immersiva ma finta come la VR (Realtà Virtuale), quanto piuttosto un modo di unire il virtuale e il reale attraverso un’integrazione che possa risultare non solo divertente ma anche utile.

Il futuro della realtà aumentata targata Apple

Immaginate per esempio la possibilità di indossare un dispositivo, o magari utilizzare lo stesso iPhone, per inquadrare un determinato prodotto al supermercato e vedere accanto all’immagine reale di questo, tutta una serie di utili informazioni che lo riguardano. Per esempio calorie, provenienza, prezzo etc…Le possibilità sono infinite e la tecnologia ha un enorme potenziale.

Alla fine dello scorso anno Tim Cook ha avuto modo di dire:

Tutti avremo esperienza di AR nel prossimo futuro, con una facilità ed una quotidianità tale che lo faremo come per esempio ogni giorno consumiamo tre pasti. La realtà aumentata diventerà parte integrante della vita di tutti i giorni.

Come riferito dal portale americano Bloomberg in un articolo scritto dal sempre ben informato Mark Gurman, Apple è fortemente intenzionata a realizzare questa particolare visione di Tim Cook. Tanto che, secondo quanto riferito da fonti ritenute altamente affidabili, l’azienda di Cupertino avrebbe creato un team molto ampio di ingegneri, designer ed esperti del settore per far si che si riesca a creare un prodotto in grado di offrire la miglior esperienza possibile di realtà aumentata e portare così un numero crescente di persone ad utilizzare l’intero ecosistema Apple.

Dentro questo particolarissimo team, che per ovvi motivi sta lavorando in condizioni estreme di anonimato e sicurezza, sarebbero incluse figure professionali che in passato hanno lavorato a prodotti come Oculus, HoloLens ed esperti di effetti speciali del settore cinematografico. A questo si aggiunge il fatto che negli ultimi tempi Apple ha notevolmente incrementato il numero di acquisizioni di aziende e startup varie, implicate in vario modo con lo sviluppo software e hardware della realtà aumentata.

realta-aumentata-rivoluzione-targata-apple
The Next Big Ting: I nuovi occhiali smart Apple?

Sempre secondo quanto viene riferito da Bloomberg, Apple sta lavorando ad un ampio portfolio di prototipi in grado di offrire esperienze di AR, tra cui ovviamente occhiali smart, che sembrano essere la tipologia di Device più adatta allo scopo. Nello specifico, sono in fase di test lenti in grado di connettersi ad iPhone, così come quest’ultimo si connette ad Apple Watch, per ottenere informazioni in tempo reale su film, mappe, musica e contenuti di ogni tipo. Un tipo di tecnologia che, anche se forse in una forma ancora non completa e funzionale al 100%, potrebbe anche fare il suo esordio con il prossimo iPhone 8.

Ovviamente Apple si è rifiutata di rilasciare qualsiasi commento a riguardo.

La realtà aumentata per continuare ad innovare

Ad ogni modo, sembra che l’azienda di Cupertino, al di la di quelli che possono essere i suoi piani per il futuro, non abbia altra scelta che abbracciare in toto lo sviluppo della realtà aumentata. Secondo Global Market Insights, questo è un mercato destinato a cresce, che per il 2024 dovrebbe raggiungere un valore di ben 165 miliardi di dollari con un incremento dell’80% rispetto ad ora. Gene Munster, noto analista che segue da vicino le vicende Apple, crede che Cook e soci debbano percorrere necessariamente questa strada se vogliono continuare ad innovare e a garantirsi un futuro:

È un qualcosa che devono fare per forza. La realtà aumentata soppianterà l’iPhone in futuro.

Si ma tutto questo come dovrà svilupparsi? Inserire funzionalità di realtà aumentata all’iPhone non è un’operazione tanto complicata. Creare invece degli occhiali dedicati è impresa assai ardua. Il clamoroso flop dei Google Glass è li evidente a dimostrarlo. Così come avviene con Apple Watch, degli ipotetici occhiali AR targati Apple, dovrebbero connettersi ad iPhone. Con quest’ultimo responsabile del lavoro pesante, trasferire i contenuti alle lenti richiederebbe un enorme consumo di energia, quindi la durata della batteria è uno degli aspetti che andrà certamente attenzionato e che sarà cruciale. Così come i contenuti. Se mancheranno app, giochi, funzioni e media di ogni tipo che ne sfruttino a pieno le potenzialità, perché mai la gente dovrebbe poi prendersi la briga di acquistarli? Prendiamo tutte queste necessità a quella di creare un prodotto che sia venduto ad un prezzo abbordabile per il mercato di massa, ed ecco perché si capisce benissimo come quella che sarà la nuova rivoluzione di Apple tarderà ancora ad arrivare.

Ma in fondo il futuro non è forse poi così lontano…

Voi cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra opinione commentando l’articolo.

Ricorda che puoi seguire MacPost attraverso la pagina Facebook, i canali YouTube e Telegram e i profili su Instagram e Twitter.

Riguardo a Marco Murgia

Medico. Utente Apple e Nintendo di lunga data. Appassionato di tecnologia, film e serie tv. Admin del portale MacPost.it

Potrebbe interessarti anche

homekitty-database-online-dei-prodotti-compatibili-homekit

HomeKitty: database online dei prodotti compatibili HomeKit

HomeKitty è un database online che racchiude tutti i dispositivi in vendita compatibili con Apple HomeKit.