Home / Recensioni / Recensione iPhone 7 Plus: c’è più di quel che appare

Recensione iPhone 7 Plus: c’è più di quel che appare

La recensione di oggi è incentrata sul nuovo iPhone 7 Plus, un terminale dove troviamo molto più di quel che appare.

Recensione iPhone 7 Plus

Vi ho già raccontato le vicissitudini che ho vissuto durante il Day One di iPhone 7 e 7 Plus, e poi dopo essere riuscito ad acquistare il mio 7 Plus Nero Opaco da 128GB, vi ho anche mostrato il classico unboxing. Ora, dopo molti giorni di prove e test approfonditi, posso finalmente rivolgermi a voi per mostrarvi la mia personale recensione di questo terminale.

Design

Da sempre Apple ci ha abituati a rinnovare il design dei suoi iPhone ogni due anni, ma con l’iPhone 7 e 7 Plus questa tendenza radicata nel tempo è venuta meno. L’azienda di Cupertino infatti non ha modificato sostanzialmente l’aspetto estetico del suo top di gamma 2016 rispetto ai modelli delle passate generazioni, se non qualche lieve modifica tra le quali l’eliminazione delle bande posteriori per le antenne, la rimozione del jack audio e la nuova fotocamera (in particolare il modulo a doppia lente nel 7 Plus). Guardando iPhone 7 e 7 Plus frontalmente non riuscirete mai a distinguerli da 6s e 6s Plus, mentre invece le differenze come detto salteranno fuori se guardiamo questi terminali nella loro scocca posteriore. Probabilmente con lo scopo di far sembrare che abbiano un design diverso rispetto al passato, Apple per iPhone 7 e 7 Plus ha introdotto 2 nuovi colori, il Jet Black (un nero lucido molto suscettibile ai graffi e alle ditate) e il Nero Opaco (che ha preso il posto del classico grigio siderale). A questi poi si aggiungono i soliti oro, oro rosa e argento. Personalmente parlando, ma qui ricadiamo nella sfera dei gusti di ognuno di noi, adoro il Nero Opaco, a mio avviso molto elegante, raffinato e decisamente meno soggetto a graffi e ditate rispetto al ben più fragile e delicato Jet Black.

Hardware

iPhone 7 e 7 Plus sono mossi dal nuovo chip A10 Fusion, un quad core che funziona in modo molto particolare: abbiamo due core che svolgono il grosso del lavoro ed altri due che entrano in gioco quando sono richieste risorse maggiori. La RAM è pari a 2GB su iPhone 7, mentre sul 7 Plus si arriva a 3GB complessivi; questo ha permesso di garantire prestazioni superiori del modello più grande, mentre nel 2015 con 6s e 6s Plus che avevano la medesima quantità di RAM, spesso il più piccolo dei due risultava essere più performante, dovendo gestire con le medesime risorse uno schermo più piccolo. Apple è poi finalmente riuscita, adeguandosi così alla stragrande maggioranza della concorrenza, a rendere questi due nuovi iPhone resistenti ad acqua, schizzi e polvere con la certificazione IP67 che garantisce resistenza all’immersione fino a 30 minuti e per un massimo di 1 metro di profondità. La vera novità però risiede nel nuovo tasto Home, non più di tipo meccanico ma di tipo aptico: sostanzialmente, grazie all’inserimento del Taptic Engine di nuova generazione che offre una vibrazione a tocchi incredibilmente gradevole e discreta, si avrà la sensazione di premere un tasto che in realtà non stiamo materialmente premendo. Taptic Engine che poi entra in gioco anche in alcune task di sistema come lo scorrimento di opzioni ad elenco o nelle app di terze parti che sfruttano le API rese disponibili da Apple. Non riesco probabilmente a rendere bene l’idea del funzionamento di questo nuovo tasto Home; è un qualcosa che va provato di persona per capirne realmente potenzialità e comodità. Ad ogni modo questo nuovo sistema d’interazione messo a punto da Apple, permetterà di avere un tasto Home finalmente più resistente e meno soggetto a guasti.

Display

Il display mantiene la stessa diagonale di sempre, 4,7″ e 1334X750 pixel a 326 PPI su iPhone 7 e 5,5″ a 1920X1080 pixel e 401 PPI su iPhone 7 Plus. A cambiare in entrambi modelli è il pannello,che adesso offre una gamma cromatica più ampia (P3) per una resa dei colori estremamente realistica e gradevole alla vista. La differenza con gli iPhone della passata generazione c’è e si vede.

Audio

Per la prima volta dal 2007, iPhone 7 e 7 Plus ora offrano un audio di tipo stereo grazie alla presenza di due speaker: uno come sempre posizionato a destra della porta lightning sul bordo inferiore dei terminali, e l’altro invece celato al di sotto della capsula auricolare, che infatti ora mostra un’apertura maggiore rispetto al passato (per questo motivo state attenti quando acquistate eventuali pellicole. Assicuratevi che siano dichiaratamente compatibili con iPhone 7 e 7 Plus). L’audio che ne risulta è decisamente più corposo, potente e ben bilanciato, ma si fa sentire forse eccessivamente nei suoni di notifica del sistema che richiederanno, per non dare fastidio, di essere abbassati. Tralasciando questo piccolo problema di “eccessiva potenza”, l’ascolto di musica e la visione di film ora sarà un’esperienza molto più appagante.
Apple ha poi deciso di eliminare completamente il connettore jack audio da 3,5mm, inserendo nella confezione di vendita delle nuove EarPods Lightning e un adattatore lightning-jack. Rimozione avvenuta per garantire l’impermeabilità del dispositivo e consentire di avere maggiore spazio per componenti come per esempio il nuovo Taptic Engine. Per l’azienda il futuro è wireless, ed è per questo che sono state annunciate anche delle AirPods che vi recensirò non appena saranno disponibili per l’acquisto a fine ottobre. Se questa scelta si rivelerà indovinata sarà solo il tempo a dircelo; da perte mia mi trovo d’accordo con la rimozione del jack audio, rappresentante di una tecnologia vecchia che ha fatto il suo tempo. Il tempo di guardare avanti è giunto, ed anche per me il wireless rappresenta il futuro.

Fotocamera

Come sempre avviene con ogni nuovo iPhone, il grosso del lavoro si incentra sul miglioramento del comparto fotografico. Sia iPhone 7 che 7 Plus sono ora dotati di un nuovo sensore da 12MP che si caratterizza per un diagramma con apertura focale f/1.8, perfetto per ottenere scatti migliori in condizioni di scarsa illuminazione. A cambiare è anche il flash led che ora è un True Tone a 4 LED contro i 2 delle passate generazioni. La vera novità però la troviamo esclusivamente sul 7 Plus, l’unico ad essere dotato di un secondo sensore teleobiettivo con apertura focale f/2.8 che consentirà all’utente di scattare foto con uno zoom ottico 2X senza la perdita del minimo dettaglio e digitale fino a 10X (il 7 arriva a 5X).
Non posso parlare della funzione ritratto perché questa ancora non è stata resa disponibile attraverso update software, ma posso sicuramente dire che la qualità complessiva della fotocamera di iPhone 7 ed in particolare del 7 Plus è come sempre più che eccellente; con poca luce i miglioramenti sono evidenti rispetto al passato e in condizioni di buona luminosità la perfezione è dietro l’angolo. Lato video poi, iPhone 7 e 7 Plus si dimostrano ancora i migliori smartphone per effettuare riprese, anche grazie alla stabilizzazione ottica ora presente su entrambi i modelli. Di seguito potete trovare una galleria completa di foto ed un video sample girato in 4K a 30FPS.

Prestazioni

Il chip A10 Fusion è un processore molto potente, in grado di offrire incredibili prestazioni. Ho davvero messo sotto stress il mio 7 Plus, tenendo aperte tantissime applicazioni, numerose tab su Safari, avviando i giochi più pesanti e complessi che potete immaginare etc…E mai una volta ho riscontrato problemi o rallentamenti di vario tipo. Mai.
recensione-iphone-7-plus
Però se vi state chiedendo se anche io come altri ho sentito un sibilo dietro alla scocca posteriore dell’iPhone, la risposta è si. Prima però di gridare inutilmente al “sibilo gate” sappiate che si tratta di qualcosa di normale, un fenomeno noto in campo informatico come Coil Whine, che potrete comunque apprezzare solo se volutamente premete il vostro padiglione auricolare contro la scocca posteriore di iPhone, proprio nel punto dove si trova il processore. E dai…chi mai si passa il tempo ad “auscultare il battito” del proprio telefono? Solita spazzatura inutile da post lancio di iPhone. Tanto rumore, zero problemi reali.

Autonomia

La rimozione del jack audio da 3,5mm ha consentito all’azienda di Cupertino di inserire su iPhone 7 e 7 Plus batterie dalla capienza migliorata rispetto alla passata generazione. L’autonomia dichiarata dall’azienda è di circa 2 ore superiori su iPhone 7 rispetto al 6s, e di 1 ora su 7 Plus rispetto al 6s Plus.
Da parte mia posso solo confermare questi dati, avendo notato sul mio 7 Plus una durata della batteria rispetto al mio “vecchio” 6s Plus leggermente migliore (1 ora in più non è poi in fondo questo grande miracolo).
In media ho comunque registrato circa 12 ore di uso intenso e circa 30 ore di standby. Non male davvero.

Prezzo e configurazioni

iPhone 7 e 7 Plus sono disponibili in diverse configurazioni e tagli di memoria, che per la prima volta vedono sparire i 16GB in favore di una nuova gamma comprendente 32GB, 128GB e 256GB. Si parte da 799€ per il modello base di iPhone 7 da 32GB fino ad un massimo di 1159€ per il 7 Plus da 256GB.
Per maggiori info potete fare riferimento al sito Apple.

Conclusioni

In questa recensione ho parlato parallelamente di iPhone 7 e 7 Plus, ma nelle considerazioni finali mi riferirò solo a quest’ultimo dispositivo, essendo quello che ho materialmente acquistato e provato.
iPhone 7 Plus è un terminale che ha da offrire molto. Si va ben oltre il semplice design simile alla generazione precedente di melafonini. I due nuovi colori, Jet Black e Nero Opaco restituiscono la sensazione di “nuovo reale”. Le prestazioni sono eccellenti, il display è un vero spettacolo, l’audio stereo è potente e finalmente di buon livello, il nuovo tasto Home è a mio avviso una rivoluzione da provare assolutamente e la fotocamera continua ad essere ai vertici del settore smartphone, rendendo secondo il mio modesto parere inutile riferirsi ora al settore delle macchine fotografiche compatte. Purtroppo i prezzi sono altissimi, ma in questo buona parte della colpa è anche della devastante tassazione del nostro paese. Sconsiglio il passaggio da iPhone 6s a 7, ma lo consiglio caldamente da 6s e 6s Plus a 7 Plus.

Recensione iPhone 7 Plus

Design
Hardware
Display
Audio
Fotocamera
Prestazioni
Autonomia
Prezzo

iPhone 7 Plus è un terminale che ha da offrire molto. Si va ben oltre il semplice design simile alla generazione precedente di melafonini. I due nuovi colori, Jet Black e Nero Opaco restituiscono la sensazione di "nuovo reale". Le prestazioni sono eccellenti, il display è un vero spettacolo, l'audio stereo è potente e finalmente di buon livello, il nuovo tasto Home è a mio avviso una rivoluzione da provare assolutamente e la fotocamera continua ad essere ai vertici del settore smartphone, rendendo secondo il mio modesto parere inutile riferirsi ora al settore delle macchine fotografiche compatte. Purtroppo i prezzi sono altissimi, ma in questo buona parte della colpa è anche della devastante tassazione del nostro paese. Sconsiglio il passaggio da iPhone 6s a 7, ma lo consiglio caldamente da 6s e 6s Plus a 7 Plus.

Riguardo a Marco Murgia

Medico. Utente Apple e Nintendo di lunga data. Appassionato di tecnologia, film e serie tv. Admin del portale MacPost.it

Potrebbe interessarti anche

CalDigit TS3 HUB Thunderbolt Stastion 3 | Recensione

Recensione dell'ottimo HUB Thunderbolt 3 CalDigit TS3. I dettagli all'interno dell'articolo.