domenica , 19 novembre 2017
Home / Recensioni / Recensione Super Mario Run. Miyamoto e Nintendo hanno fatto centro?

Recensione Super Mario Run. Miyamoto e Nintendo hanno fatto centro?

Approcciarsi alla recensione di Super Mario Run vi assicuro che per me è stato tremendamente difficile. Nintendaro incallito quale sono io, riuscire a guardare con freddo distacco e giudicare con severa imparzialità questo gioco non era per niente facile. Un’analisi approfondita andava comunque fatta, quindi messa da parte l’anima Nintendo che vive dentro di me andiamo a vedere nel dettaglio, con tutta la sincerità, professionalità ed obiettività possibile, se con questo primo passo nel settore mobile, Miyamoto e l’azienda di Kyoto sono riusciti a fare centro.

L’arrivo di Super Mario Run è stato accompagnato da un’infinita sequela di sterili polemiche. Il gioco è stato principalmente accusato di avere un prezzo eccessivamente elevato. Disponibile gratuitamente su App Store, per sbloccare tutte le funzioni serve un unico acquisto in-app da 9,99€. Certo non sono pochi, e forse un costo di circa 6,99€ sarebbe stato più indicato, ma in fondo stiamo comunque parlando di un titolo che ha molto da offrire, in particolare se lo si approccia con lo scopo di completare tutte le sfaccettature che lo caratterizzano. Senza quindi limitarsi al semplice completamento dei livelli.

Super Mario Run: recensione

Tutti i giochi che hanno visto come protagonista l’iconico idraulico italiano, creato da quella mente brillante di Miyamoto San, sono sempre stati caratterizzati da un gameplay che si è andato radicando negli anni nella mente dei videogiocatori. I giochi di Mario offrono quel tipo di divertimento spensierato e non impegnato che non deve mai venire meno. Approcciarsi quindi allo sviluppo di Super Mario Run su piattaforma iOS non sarà certo stata una passeggiata per i dev Nintendo. Andava adattato il gameplay agli schermi touch senza però compromettere e stravolgere l’essenza di gioco che caratterizza questo particolarissimo platform. A mio avviso il risultato è stato eccellente. Il titolo funziona perfettamente su iPhone e iPad ed il concetto di utilizzo con una mano sola rende Super Mario Run un gioco che ben si adatta a terminali dove la principale fonte di input sono i tocchi. Fermo restando che l’essenza tipica di Mario rimane integra e non viene rovinata. Il marchio Nintendo per così dire non è venuto meno.

recensione-super-mario-run

Il concetto che sta alla base di tutto è molto semplice. Mario corre e salta piccoli ostacoli in completa autonomia. Al giocatore spetterà tappare sullo schermo in maniera più o meno prolungata per superare ostacoli più ampi, raccogliere monete, compiere acrobazie e battere i nemici. Ad uno sguardo molto superficiale e per dirla tutta anche poco intelligente, questo potrebbe far sembrare Super Mario Run un gioco alla Temple Run. Si, si tratta di un runner game, ma non è un titolo di tipo endless. Non bisogna guardare al semplice completamento dei livelli, per cogliere il massimo del divertimento il gioco va affrontato con lo scopo di completare anche tutte le attività di contorno ed i bonus celati all’interno di ogni livello.

Nel pieno stile Nintendo, Super Mario Run si divide in mondi, ognuno dei quali suddiviso in livelli e con boss finali che andranno affrontati e sconfitti per sbloccare e avere accesso al mondo successivo. Il level design è eccellente, forse un po troppo facile nei primissimi mondi, e con i boss che potevano essere concepiti in modo da sconfiggerli con maggiori difficoltà. La sensazione che si prova giocando resta comunque quella di avere tra le mani un Mario 100% originale, nella sua piena essenza e nel pieno rispetto delle sue caratteristiche storiche. Ho particolarmente apprezzato l’aggiunta della modalità “Sfide Toad”, nella quale andremo a gareggiare con amici e utenti da tutto il mondo in corse dove il vincitore sarà colui che avrà raccolto più monete e ottenuto il supporto del numero maggiore possibile di Toad. Alla fine di ogni gara, accumuleremo un tot di Toad che si andranno ad aggiungere al nostro regno. Più Toad avremo e più il nostro regno salirà di livello, sbloccando di volta in volta nuovi elementi da aggiungere allo scenario per creare il nostro personalissimo mondo di Super Mario.

recensione-super-mario-run

Tecnicamente parlando il gioco è ineccepibile anche se fa leggermente storcere il naso la necessità di essere sempre collegati a internet per poter usare Super Mario Run. Nel complesso comunque non ho notato particolari difetti o bug fastidiosi.

In definitiva, Super Mario Run è un gioco che può piacere o no. Non dovete aspettarvi né più né meno di quello che un titolo della serie Mario ha da offrire. Come avviene con tutti i giochi Nintendo, o lo si odia o lo si ama. Non esistono vie di mezzo.

Voi cosa ne pensate? Che opinioni vi siete fatti di Super Mario Run? Fatemi sapere il vostro parere commentando l’articolo.

Per restare sempre aggiornati potete seguire MacPost su FacebookTwitterTelegram e Instagram. Iscrivetevi anche al canale YouTube per non perdere gli ultimi video, alla MacPost Weekly Newsletter e al Feed RSS.

Super Mario Run

Gameplay
Audio
Longevità
Level Design
Prezzo

Super Mario Run è un gioco che può piacere o no. Non dovete aspettarvi né più né meno di quello che un titolo della serie Mario ha da offrire. Come avviene con tutti i giochi Nintendo, o lo si odia o lo si ama. Non esistono vie di mezzo.

Download - Gratis
User Rating: Be the first one !

About Marco Murgia

Medico | YouTuber | Blogger e admin presso @macpost_it | Utente Apple e Nintendo di lunga data | Appassionato di tecnologia, film e serie tv

Controlla anche

Recensione AirPods. Apple torna al “Semplicemente funziona”

La recensione di oggi è incentrata sui nuovi auricolari AirPods. Un prodotto con il quale Apple torna al concetto tanto caro a Jobs del “It just works”.